-Albe, A L B E scendi!!
-Ma che c’è?
-Dai scendiii! Andiamo a prendere le foto?
Il giorno, l’ora e il momento di quando si andava a ritirare il rullino stampato delle fotografie era cazzutamente sacro.
Che mica aspettavamo la fine dell’estate. Il primo rullino da trentasei pose era bello che finito già a metà giugno.
Quel momento magico di quando scartavamo il pacco era tempo sospeso, scolpito, spalmato.
Al primo gradino libero della prima casa a pian terreno ci accasciavamo dall’emozione adagiando le borse ai lati.
Con sospiri aprivamo la danza dei tuffi nella curiosità delle nostre inquadrature.
Al ritmo del nostro cuore riconoscevamo istintivamente, follemente, che la vita è ciò che scegliamo, attimo per attimo.
E poi ancora che sempre, ma dico s e m p r e avremmo potuto portare a spasso con noi questa vita fatta di libri, di cinema, di musica, di persone, di voci belle, di concerti, di spazi, di arte, di colori.

UNO SCRITTO DI Annalisa Falcicchio, PRODOTTO DURANTE IL NOSTRO CORSO ONLINE STORIE NELLE CANZONI DELL’ESTATE, CORSO DI SCRITTURA ONLINE

RICHIEDI DI ACCEDERE QUI PER PARTECIPARE AL PROSSIMO CORSO:

 

Alta Fedeltà, corso di scrittura online e interattivo
Gruppo Chiuso · 10 membri
 

Iscriviti al gruppo

 

“Nessuno di noi ha avuto la vitalità o il talento di fare canzoni. Noi componiamo solamente con la vita, il che è molto più incasinato, e costa molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*