“Nessuno di noi ha avuto la vitalità o il talento di fare canzoni. Noi componiamo solamente con la vita, il che è molto più incasinato, e costa molto più tempo, e non lascia niente che la gente possa fischiettare” N.H.

Nei nostri corsi online di scrittura con la musica scriviamo lasciandoci ispirare dalle canzoni. E allora, come potevamo non dedicare un corso intero ad “Alta fedeltà” il celebre romanzo dello scrittore inglese di Nick Hornby?

il protagonista, Rob Fleming, stila continuamente classifiche: i cinque dischi preferiti di tutti i tempi, i cinque migliori dischi incisi da musicisti ciechi, ma le cinque più memorabili fregature di tutti i tempi.

È proprio facendoci guidare da questa sua piccola mania di catalogare tutto in un ordine “discografico”, che ciascuno di noi sceglierà le sei canzoni a cui si ispireranno gli altrettanti scritti che saremo chiamati a comporre nelle sei settimane del corso.

Ogni lunedì dal 26 agosto sarà pubblicata una lezione, che conterrà alcune suggestioni, consigli per la scrittura e la traccia di un esercizio, ispirato a un passaggio del romanzo; i corsisti saranno chiamati a pubblicare la canzone che gli sembrerà più a tema con la traccia e a scrivere un breve racconto – massimo 30 righe – che si ispirerà alla musica stessa.

Siete pronti a tuffarvi in questa nuova avventura?

Nick Hornby – o meglio, il suo personaggio Rob – diceva “Vorrei che la mia vita fosse come una canzone di Bruce Springsteen. Almeno per una volta.” Noi, in questo corso, inventeremo vite che sembreranno canzoni.

Pronti?

One, two three, fouuuur…

Il corso è condotto da Manlio Ranieri, a cura di Colori Vivaci Magazine e Annalisa Falcicchio.

 
Alta Fedeltà, corso di scrittura online e interattivo
Gruppo Chiuso · 17 membri

Iscriviti al gruppo

“Nessuno di noi ha avuto la vitalità o il talento di fare canzoni. Noi componiamo solamente con la vita, il che è molto più incasinato, e costa molto …
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*