Un leggero giorno di noi, due mani che pronunciano, due braccia che avvicinano, il rumore del tuo profumo nella stanza, nel buio che ci anestetizza ancora un po’, anche se è tardi, anche se come sempre dobbiamo andare via, lasciarci, esprimersi con le realtà del mattino, con la mia macchina parcheggiata male, con i vicini che meditano un nuovo rumore, con tutte le cose da inseguire … che forse oggi piove, che il traffico mi rende strano, che i semafori hanno solo tre colori … e aspetto, aspettiamo le ore che sfilano … ripenso alla felicità, al film di ieri sera, a mentre salivi le scale … e i tuoi capelli dietro le spalle … quanti piccoli miracoli, un lieve giorno di noi che salva il mondo, che ci protegge, che ci ricorda, che.
Gianluca Nadalini
Poesie nell’angolo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*