Lo sapevate che… la parola intelligenza deriva dal latino intelligĕre «intendere», composto dall’avverbio intus (dentro), e legere (leggere). L’intelligenza è dunque la capacità di “leggere dentro”, di comprendere la realtà non in maniera superficiale ma, andando oltre, in profondità, per coglierne gli aspetti nascosti e non immediatamente evidenti.

“Leggere dentro” significa anche mettersi temporaneamente nella pelle dell’altro e conferma che l’intelligenza per essere tale, non è legata solo alla sfera logico-razionale, al pensiero analitico, ma presuppone anche l’abilità di discernere, intuire e rispettare le emozioni altrui. Già gli antichi greci avevano ben compreso quest’ovvia verità: per Aristotele era inutile educare la mente, senza educare il cuore.

La parola studiare invece ha origine nel campo semantico dell’amore. Deriva infatti dal latino “studere,” che significa «aspirare a qualcosa, desiderare intensamente», segno che senza passione, senza “amore” non si può progredire in nessun campo.

Copertina: dipinto di Kim English
Total
1
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*