L’ora dei magiari

Il mezzogiorno greco degli spettri, sull’alito sonoro di cicale ritornanti: un canto corale solo nell’aria immota, increspata d’afa leonina, deformi orizzonti e panorami danzanti. Ardessero migliaia di roghi nella muta…
Visualizza Post