Le strade senza nome

Ricordi, quand’eravamo felici, quanto eravamo felici? Eravamo rossi dappertutto sullo sfondo dei rami ritorti dell’albero della vita, sul bianco sacrificato all’altare della mia verginità emotiva e smacchiato dalle alchimie d’un…
Visualizza Post

Hemingway

La salita dolce, la salita dolce del tuo labbro superiore come un vecchio signore, con un ombrello aperto sotto la pioggia ad aspettare un tram, un amore di quarant’anni fa;…
Visualizza Post

Roma

si aspettavano al cimitero dei treni in giovedì capaci di durare tutto ottobre ma erano appuntamenti sbagliati: vicino ai vagoni c’era solo un cane giallo o un sacchetto vuoto che…
Visualizza Post