A passo lento, lungo le strade che costeggiano il mare: la città vecchia, il centro murattiano, le periferie
di ieri e di oggi. Uliano Lucas torna sui suoi passi e racconta una città che conosce intimamente. Si
inaugura martedì 29, alle 17.30 al Museo Civico di Bari (Strada Sagges 13), la mostra «Bari, storie e
frammenti». Settanta immagini, rigorosamente in bianco e nero, realizzate dal grande fotoreporter
italiano negli ultimi quindici anni per interrogare le tante metamorfosi della città, che si succedono ad
una velocità sempre maggiore. Lo sguardo del fotografo è sempre in bilico tra lo stupore di luoghi che
appaiono nuovi e le luci e le ombre di un passato dalla memoria tenace. Nella contraddizione della
scoperta quotidiana – nelle strade, nella gente – ci sono appunto cento storie e mille frammenti di città.
Questa mostra segna una nuova tappa del lungo rapporto tra Uliano Lucas e Bari, iniziato alla fine degli
anni Settanta e scandito da tanti episodi importanti, dalla mostra «L’informazione negata» alla
Pinacoteca Provinciale nel 1981 all’indagine sui centri di salute mentale, dall’inchiesta sul quartiere
Libertà «La città all’Ovest» alla mostra antologica sulla Puglia del 2010 intitolata «Andare. Vedere.
Sentire. Ricordare».
Accompagna l’esposizione fotografica un catalogo, per le edizioni Adda nella collana dei documenti del
Museo Civico, che contiene anche un testo sulle vicende urbanistiche baresi dell’architetto Arturo
Cucciolla, che aveva partecipato al progetto prima della sua prematura scomparsa. Ci sono poi gli scritti
di Maruzza Capaldi e di Nicola Signorile, curatori della rassegna insieme a Tatiana Agliani.
La mostra è organizzata dal Museo Civico di Bari, con il contributo della Regione Puglia (Assessorato
Cultura e Turismo) e del Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con il Comune di Bari, Assessorato
alle Politiche culturali e turistiche.
Dopo l’inaugurazione di martedì 29 (ingresso per inviti, con mascherina e green pass, fino ad esaurimento
della capienza) la mostra resterà aperta al pubblico fino al 5 giugno, secondo i consueti orari del
Museo (dal martedì al sabato, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30; domenica dalla 9.30 alle 13.30
(chiuso il lunedì). Il biglietto d’ingresso al museo (intero 5.00€, ridotto 3.00€) comprende la visita alla
mostra.
La prenotazione è necessaria solo per i gruppi superiori a 10 visitatori. Info: 080 5772362,
*****************
Clicca qui sotto per ricevere informazioni sui nostri laboratorionline e interattivi: 
Pianeta Battiato
Scoprici su Instagram e su Facebook:

___________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*