Seconda settimana di dicembre

 

 

Iosonouncane: Novembre
Nuovo singolo per l’eclettico artista sardo, considerato uno dei più originali e innovativi dela panorama nazionale. Sarebbe dovuta andare diversamente: l’idea iniziale – anch’essa rivoluzionaria – era di fare un tour di concerti in tutta Italia per presentare il nuovo album, prima ancora che uscisse. Purtroppo la pandemia l’ha resa irrealizzabile, quindi dopo mesi di rinvii si è deciso di pubblicare il primo singolo.

System of a down: Protect the land
Attesissimo ritorno anche per una delle più iconiche band metal: quindici anni dopo la doppia uscita “Mesmerize” – “Hypnotize” e dopo una successione infinita di annunci e smentite, ecco finalmente due nuove canzoni per il gruppo Armeno. La prima, che vi facciamo ascoltare qui, è il classico singolo più orecchiabile (per quanto lo possa essere una canzone dei SOAD), la seconda è ben più violenta ed eclettica.

Moltheni: Senza eredità
Toh, chi si rivede: Moltheni. Senza dubbio uno dei più importanti autori della scena indie italiana della fine degli anni ’90, è tornato sulle scene col suo pseudonimo storico. Sì, perché Umberto Maria Giardini (questo il suo vero nome) non ha mai smesso di produrre musica, anzi: si è sempre mantenute estremamente prolifico. Quel che ha fatto oggi è stato semplicemente andare a rispolverare una serie di inediti rimasti nel cassetto dai tempi in cui si firmava “Moltheni” e darli finalmente alla luce.

Travis: 10 songs
Ok, questa settimana mi sento nostalgico. La nuova musica che vi propongo, in realtà, è tutta nuove uscite di band o artisti storici; per la prossima settimana vi prometto tante nuove scoperte. Anche i Travis, però, sono tornati in studio dopo più di dieci anni, e mi sembrava giusto celebrare l’evento, anche perché l’album è validissimo, pienamente nel loro stile.

Qui potete ascoltare la Playlist completa su Spotify, contenente anche i brani della serttimana scorsa.

 

Manlio Ranieri

Total
1
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*