Con il gusto “Oro lucano” è Luigi Buonansegna della gelateria “Officine del Gusto” di Pignola, in provincia di Potenza, a vincere l’edizione 2020 del concorso “Procopio Francesco Cutò” dello Sherbeth Festival. Buonansegna ha convinto la giuria con un gelato al gusto di cioccolato bianco allo zafferano variegato con confettura di albicocca e granella di pistacchio tostato e salato.
Al secondo posto, in ex aequo, Luca Marenco, Natascia Grilli e Andrea Florioli. Marenco della gelateria Lung’Orba di Ovada in provincia di Alessandria ha presentato “Cool Made”, un sorbetto all’arancia rossa con menta fresca, pepe selvatico del Madagascar e grue di cacao. Natascia Grilli della gelateria “I Lovi” di Imola ha ideato “Stacciapepe”, un gelato al gusto di fiordilatte con scaglie di cioccolato ed una infusione di pepe. Andrea Florili, della gelateria “Ciocolat” di Toscolano Maderno, in provincia di Brescia ha proposto invece “Cara Gargnano”, un gelato ai capperi sotto sale di Gargnano con cioccolato bianco, profumato al limone di Gargnano.
Terzo posto per Chiara Spalluto della gelateria Vittoria di Casalabate in provincia di Lecce, che ha convinto la giuria con il gusto “Core presciatu”, una crema all’uovo impreziosita da un friabile pasta frolla e una delicata confettura di amarene pugliesi: un omaggio al pasticciotto salentino. Un gusto che sa di domenica in famiglia e che racconta l’amore delle nostre nonne e mamme.
“ Non potrei pensare di fare questo mestiere senza il continuo confronto, la ricerca e la sperimentazione, senza quella costante curiosità che accompagna le mie giornate in Gelateria. Sherbeth Festival è stato una grande sfida, personale e professionale, ed è un onore far parte di questa meravigliosa squadra! Salire sul podio di questo concorso internazionale è la realizzazione di un sogno.”
Quella di quest’anno è stata un’edizione molto speciale e diversa dal solito a causa dell’emergenza sanitaria che ha costretto gli organizzatori a scegliere un evento a “porte chiuse”. I maestri gelatieri, però, hanno presenziato l’intera sessione di assaggi della giuria collegati via streaming. La giuria era composta dal presidente Salvatore Cannavò (tecnologo alimentare), Dario Olivier (presidente di Uniteis), dallo chef Giovanni Santoro del ristorante una stella Michelin Shalai di Linguaglossa in provincia di Catania e dai giornalisti Nino Amadore del Sole24Ore e Pasquale Buffa del Gambero Rosso.
La direzione tecnica del concorso è stata nuovamente affidata ad Antonio Cappadonia, Giovanna Musumeci, Arnaldo Conforto e Ruben Pili. “Siamo felici per aver portato a termine anche quest’anno il premio Procopio Cutò, ma Sherbeth Experience non finisce qui – affermano i direttori dell’evento – Le difficoltà conseguenti all’emergenza Covid-19 hanno aperto per Sherbeth una nuova prospettiva che rende protagonisti non solo i maestri gelatieri, ma anche le loro gelaterie. Una formula che ha dato un contributo formidabile a rafforzare il brand internazionale del nostro festival e che rappresenta senza dubbio la strada giusta per il futuro”.
 Auguri Chiara!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*