Ascolta “Libertà” su Spreaker.

Ci sono lacrime
in questo cielo terso
come se fosse pioggia
nella primavera che
finalmente
sembra.

È la paura
a renderci pazzi
o l’egoismo?
Non potevamo fermarci
un attimo prima
che arrivassero ad intonare
marce militari?
Che le pale degli elicotteri
frullassero l’aria
in una poltiglia infetta?

Chi ci ha insegnato
che la libertà di consumare
e di consumarci
valeva più della stessa vita?
È stato forse
quell’unico dio rimasto
a predicare
dai pulpiti dei supermercati
o dalle panchine
di piazza affari?

L’unica via di salvezza
oggi
è imparare la lentezza,
ascoltarla dalla voce della natura
che non legge la rassegna stampa
e sa solo
che fra dieci giorni è primavera,
scoprire che la velocità
è un valore quando sappiamo
staccare il piede dal pedale
Altrimenti
ci forgia
una lunga catena

Testo e fotografia di Manlio Ranieri
Licenza Creative Commons
Libertà di Manlio Ranieri è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso maulis@libero.it.

Total
1
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*