S’inaugura il 4 febbraio, con tutto l’entusiasmo del caso, L’Approdo. Viaggi letterari, nuova rassegna letteraria, tesa all’incontro con alcuni degli scrittori più interessanti della scena letteraria italiana.
“Siamo pronti!” annunciano gli organizzatori della rassegna, che ha come centro la libreria L’Approdo di Locorotondo, con la complicità dell’editore Pietre Vive e del deus ex machina Fabio Macaluso. Sponsor dell’evento Goodo ristorante e cantine I Pastini.
La lista dei nomi della prima serie di incontri è invidiabile, spaziando con lungimiranza dalla grande editoria italiana alla piccola editoria di qualità: Eva Cantarella (4 febbraio), Cristò (28 febbraio), Gabriella Caramore (7 marzo), Paolo Di Paolo (31 marzo) e Chiara Valerio (16 aprile) saranno le guide di questa avventura, che promette divertimento, passione e conoscenza verso un nuovo approdo, per chi ama sopra ogni altra cosa i buoni libri, e vive ogni lettura come un viaggio.
“Le nostre mappe saranno i loro libri recenti, da cui estrarremo le parole ‘segrete’ che guideranno le conversazioni, moderate con attenzione e cura e aperte alla vostra partecipazione. Attraverso dialoghi stringati, lasceremo la costa per andare al largo dei pensieri, sulle rotte che i nostri ospiti tracceranno per noi.”
Si comincia dunque il 4 febbraio nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo Marconi Oliva, con la grecista Eva Cantarella che presenta la sua ultima opera, Gli inganni di Pandora (Feltrinelli). Partendo dal mito, Eva Cantarella scandaglia la società greca alla ricerca di cause e motivazioni che portarono alla discriminazione di genere nell’Antica Grecia. Qual era il ruolo della donna all’epoca? E come gli uomini vedevano il genere femminile? E qual era il pensiero di medici e filosofi, in una società fortemente androcentrica? Questi sono alcuni degli interrogativi che trovano risposta tra le pagine di questo libro.
Nonostante la leggerezza della scrittura, la narrazione non perde la sua scientificità, e propone un oggetto di studio complesso in maniera divulgativa. Ovvero, nello spirito dell’intera rassegna.
SOCIAL ACCOUNTS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*