È con l’ “Origine del mondo” che Max Gazzè inizia il suo concerto.

In una location suggestiva sul mare Max Gazzè incanta e intrattiene i suoi fan, passando dai successi meno recenti ai brani più recenti.

In un lungo spettacolo non fa mai calare l’attenzione dello spettatore in una scenografia inaspettata e maestosa che passa da occhi giganti ad astronauti fino ad arrivare immagini richiamanti l’antica Grecia.

 

Esalta, coinvolge, diverte. Negli intermezzi esegue assoli dimostrando la sua padronanza e passione per il basso che destreggia con fierezza per quasi tutto il concerto.

 

 

Emoziona il pubblico eseguendo in versione acustica il brano “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” .

Con i colleghi musicisti che lo accompagnano sul palco ride, scherza , gioca fino ad improvvisare un “Love is in the air”.

Un’esplosione di allegria dal pubblico perviene quando parte il brano “Sotto casa” che anticipa la chiusura del concerto seguito dai brani “La vita com’è” e “Una musica può fare”.
Insomma un concerto divertente e spensierato , da rivedere se ne avete l’occasione.

 

Testo  fotografie di Nicola Anaclerio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*