È stata appena presentata la prima parte della programmazione estiva dell’expostModerno (Bari, via Napoli 264),  per l’occasione abbiamo intervistato Silvia Sivo dell’Armata Brancaleone.

Come nasce la nostra iniziativa?

Nel 2015 abbiamo riscoperto questo posto, grazie a un progetto per mappare gli spazi abbandonati di Bari. Scoprimmo che qui si trovava un cinema pubblico ormai dimenticato dai più: l’arena Moderno era, infatti, inutilizzata dai primi anni 80. La nostra idea di expostModerno – portata avanti da una serie di associazioni e singoli giovani attivisti – riguarda sia il cinema che la rigenerazione urbana. Abbiamo voluto riaprire questo spazio come “cinema di comunità”, no profit e senza una vera direzione artistica. Siamo un’associazione di promozione sociale e abbiamo deciso di chiamarci Armata Brancaleone, perché nasciamo come collettivo di tante associazioni e persone diverse (Scatola Blu, Rec Movie, Inuit) e decidiamo tutto insieme. Ogni iniziativa è condivisa con altre realtà; quest’anno ci danno una mano Bread&Roses, Dikotomiko, Pool Mag, DOTS edizioni, SPINE Bookstore e Questioni Morali.

E il Comune come vi supporta?

Il Comune è il proprietario. Abbiamo stipulato un patto all’interno del “Regolamento dei Beni Comuni”, che consente, in nome della sussidiarietà, la gestione degli spazi comuni da parte dei cittadini. Noi non vogliamo solo gestire il posto, ma anche avviare un processo di rigenerazione. Di solito prima si aggiusta il contenitore e poi si inizia la gestione, il nostro processo è stato inverso: prima di tutto sollecitare le persone a ricordare cos’era questo luogo per poi attualizzarlo (non siamo nostalgici di un passato che non tornerà più). L’importante per noi è il contenuto, non il contenitore. Questo è uno spazio frequentato da cittadini di ogni tipo: la vecchietta, il professionista di mezza età, la famiglia con bambini, i ragazzi… Vogliamo essere accoglienti verso tutti. Adesso per noi l’importante è dargli un’anima e renderlo vivibile, fruibile, senza troppa fretta. Abbiamo costruito il botteghino, recuperato le sedie, ecc. Preferiamo procedere lentamente ma in maniera condivisa coi vicini, il quartiere e altri gruppi.

Hai parlato di botteghino: si pagherà un biglietto d’ingresso?

Non un biglietto in senso stretto, perché siamo un’attività no profit. Per accedere agli spettacoli è necessario tesserarsi nell’Armata Brancaleone, poi chiediamo un contributo minimo di due euro per le spese. Chi vuole, però, piuttosto che pagare può contribuire in altri modi: per esempio portando una sedia o altro materiale o col suo tempo libero, facendo volontariato.

Che cosa vi servirebbe?

Innanzitutto allargare l’Armata. Servono volontari che vogliano scoprire cosa significa gestire un cinema di comunità, stare alle luci, al botteghino, al proiettore, allestire la sala. Servono sedie in buono stato. E anche altri materiali come vernici, legno, ecc.

Che programmazione avete fatto in passato e cosa dobbiamo aspettarci quest’anno?

Abbiamo cominciato nel 2015 con la prima installazione temporanea, nel 2016 abbiamo fatto con Scatola Blu la prima proiezione dopo quarant’anni, nel 2017 c’è stata una piccola rassegna di cinque o sei serate, che nel 2018 sono diventate dodici serate. Quest’anno abbiamo creato una vera e propria rassegna che si articolerà da inizio luglio fino a metà settembre. Una parte della programmazione è stata già resa nota sui Social.

Com’è stata la risposta del pubblico?

Molto positiva. I vicini ci hanno ringraziato, perché stiamo sottraendo un luogo dal degrado. Ci sono ovviamente problemi legati a rumore e orari, ma abbiamo trovato dei compromessi.

Qual è la vostra capienza?

Al momento per motivi di sicurezza è di cento persone, stiamo cercando però accordi col Comune per far proseguire e progredire la nostra iniziativa, visto anche il successo riscontrato: lo scorso anno abbiamo tesserato più di seicento persone, il che dimostra che c’è fame sia di cultura che di aggregazione.

A Bari negli ultimi anni si sono chiusi parecchi cinema: Armenise, Odeon, Ambasciatori e da qualche mese l’ABC ha interrotto le attività.

La crisi delle sale cinematografiche dura da anni ed è globale, quello che non morirà mai è il cinema come luogo di aggregazione e anche collante fra le generazioni. Per questo cerchiamo di non avere una proposta elitaria, non privilegiamo nulla ma seguiamo tre filoni diversi: coinvolgere le realtà del territorio (giovani registi, autori, produzioni pugliesi), selezionare titoli interessanti, sia classici che novità, magari sono distribuiti come i corti d’autore del Festival di Annecy e poi c’è la call a livello nazionale per giovani autori di documentari e corti, che possono presentare le loro opere.

Avete intenzione di dotarvi anche di una struttura che possa funzionare tutto l’anno?

È una formula che stiamo testando per vedere come funziona. Il cinema all’aperto ha dei vantaggi di gestione ma purtroppo è stagionale.

PROGRAMMA

martedì 2 luglio
🎬 ore 21:00 – Film
DALL’ALTRA PARTE DEL MARE (De l’autre cote de la mer)
di Pierre Maillard
con il regista in Arena

venerdì 5 luglio – Film Animato
🎬 ore 21:00 – ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
di Clyde Geronimi, Wilfred Jackson, Hamilton Luske

martedì 9 luglio – Film Animato
🎬 ore 21:00 – SEDER-MASOCHISM
di Nina Paley
con La Scatola Blu

giovedì 11 luglio – Cortometraggi
► ore 20:30 – CENA PALESTINESE a cura di Jamil e Balsam con panino arabo e falafel (su prenotazione)
🎬 ore 21:00 – (WAITING FOR) NAZRA – Festival Palestine Short Film Festival
con Bread&Roses spazio di mutuo soccorso, Questioni Morali e La Scatola Blu

martedì 16 luglio – Documentario
🎬 ore 21:00 –
L’ALBERO DI TRASMISSIONE di Fabrizio Bellomo
con il regista in Arena

giovedì 18 luglio – Film
🎬 ore 21:00 – SONO TORNATO di Luca Miniero
Introduzione: “Cinema e sovranismi” con Dots edizioni e Dikotomiko Cineblog

martedì 23 luglio – Serie Tv e Cinema
🎬 ore 21:00 – STORIE IN SERIE – Dai Fumetti allo Schermo
con Pool Mag e SPINE Bookstore

giovedì 25 luglio – Corti animati
🎬 ore 21:00 – ENJOY! Speciale Festival Corti d’Animazione Annecy 2018
con La Scatola Blu

martedì 30 luglio – Corti
🎬 ore 21:00 – Corti Documentari in concorso

giovedì 1 agosto – Film
🎬 ore 21:00 – Lo Squalo
di Steven Spielberg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*