Cosa succede quando in un comune c’è un teatro che è lì da tanto tempo e che i ragazzi cominciano a frequentare curiosamente divertendosi sempre di più? Cosa succede quando un’azienda che produce olio  in una terra bellissima e lo esporta all’estero decide di aiutare degli artisti a sostenersi e il territorio a crescere? Cosa succede quando un sindaco e un assessore vengono braccati da due malefici teatranti nelle loro giornate super impegnate? Cosa succede quando qualcuno pensa che il teatro non sia un luogo adatto a lui e alla fine ci va e si ricrede per tutta la vita?

Succede la Rassegna di Teatro Ragazzi Un salto a teatro.

La compagnia teatrale Molino d’Arte con il sostegno della Regione Puglia per l’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale e del Comune di Santeramo in Colle organizza presso il Teatro Il Saltimbanco, la prima rassegna teatrale per il pubblico dei ragazzi.

Il direttore artistico, (un tipo famigerato, state alla larga da lui!) Antonello Arpaia, ha scelto cinque spettacoli che avranno luogo in teatro nel periodo che va dal 24 febbraio al 14 aprile. Tre appuntamenti domenicali e due appuntamenti al sabato per i più piccini. L’intera rassegna fa parte del progetto più ampio denominato NUOVI SCENARI, a cura di Molino d’Arte.

Lo spettacolo che apre la rassegna, COLORFUL, il 24 Febbraio, è una storia sul mondo dei colori con un eroe speciale, aiutato da uno spazzino e un gatto spelacchiato a cambiare le vicende di tutto il regno.

Al sabato 16 Marzo il primo appuntamento per i piccini, nel foyer superiore del teatro, lo spettacolo di burattini PULCINELLA DALLA BRACE ALLA PADELLA. Un’ allegra vicenda di pozioni sgangherate e comiche sorprese. Poteva mancare Pulcinella in una rassegna per ragazzi?

La rassegna continua il suo percorso Domenica 31 Marzo con PETER PAN, in cui il pirata più famoso di tutti i tempi ha una comica crisi di identità e il potere delle grandi storie sconfigge i cattivi e rende i bambini super impegnati dei super sognatori. (Qui organizzatevi perché lo spettacolo l’ha scritto l’insegnante di scrittura di Colori Vivaci Magazine. E non facciamo scherzi.)

Sabato 6 Aprile un’altra fiaba per i più piccini, sempre nel foyer superiore del teatro, CAPPUCCETTO BAMBINA IMPERTINENTE, con i pupazzi di gommapiuma, (sì, quelli che aprono e chiudono la bocca e sono tanto tanto buffi!) Questa allegra storia narra di come le parole dette al momento giusto possono cambiare le storie e le vite!

Il 14 Aprile, domenica, lo spettacolo CENERENTOLA IN BIANCO E NERO chiuderà la rassegna. In questo spettacolo la protagonista della famosissima storia sarà coinvolta insieme al pubblico in un modo diverso di narrare che farà schizzare sorprese lungo tutto lo spettacolo.

Si occupa della prevendita dei biglietti la bellissima ed efficientissima Libreria Edicola di Via Roma, in via Roma 33 a Santeramo, dove oltre ad acquistare il vostro biglietto uscirete senz’altro dal negozio con un altro acquisto culturale per tutta la famiglia (si sa come funziona, cari genitori, specialmente se vi portate al seguito l’infante in questione, eh eh!) Chi decide di correre il rischio e saltare il passaggio della prevendita potrà acquistare il biglietto direttamente al botteghino del Teatro Il Saltimbanco la sera dello spettacolo.

Pensate che sia finita qui?
Sbagliatooooo!

La sera degli spettacoli domenicali avverrà il toto-libro-teatrale!
Il sorteggio di un giovane spettatore a cui verrà regalato immediatamente un fantastico libro! (Scusa, che ti credevi, che ti regalavamo un telefonino? Bah!)

Inoltre, per tutta la durata della rassegna, presentando il biglietto del teatro in pizzeria, al Victorian Living Pub (sì, quel posto bellissimo con le lucine, i tavoli di legno, la pizza super buona e quella stupenda atmosfera molto english) al tavolo verrà applicato uno sconto speciale.

Aspe aspe che non abbiamo ancora finito.
Ogni lunedi alle 18.30 è in corso da ottobre fino a giugno il LABORATORIO di TEATRO per ragazzi, sempre a cura di Molino d’Arte!
Nella nostra storia quel ragazzino che vede quanto è bello andare a teatro con mamma e papà desidera cominciare a farlo egli stesso, e poi lo farà fare ai suoi figli, e ai figli dei suoi figli, e nel giro di poche decine d’anni avremo cambiato il mondo tutti insieme. Fantastico, no?

Allora, come va a finire questa storia iniziata diversi mesi fa e che cominciamo a raccontarvi domenica prossima?

Finisce che i ragazzi cominciano a frequentare fino a riempirlo un posto dove imparano a parlare, a comunicare, ad esprimersi e a sognare (e a vedere che certi sogni sanno diventare realtà, con il giusto impegno), che la lungimirante azienda che produce olio sorride benevolmente lieta di aver preso parte a quel mondo nascosto di artisti che hanno bisogno di mecenati illuminati, dato che i potenti gli hanno voltato le spalle (ma ai cattivi sfugge il dettaglio che gli artisti e i saltimbanchi sulle spalle altrui ci salgono per fare le capriole), che l’Assessore e il Sindaco realizzano per i giovani del paese una cosa bellissima affidandosi a chi fa questo mestiere da vent’anni e decidono di farla non solo l’anno dopo ma PER SEMPRE, e chi aveva pensato che il teatro fosse una roba da ricchi o da intellettuali, scopre che invece ce l’ha in tasca, e può frequentarlo e farlo in prima persona.

Un momento! Che succede ai due malefici teatranti?
Venite a teatro e lo scoprirete!

Infoline whatsapp, 3475226460, Facebook Molino d’Arte. Prevendita Libreria Edicola di Via Roma.

Total
30
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*