Oggi vi lascio un elenco di verdurine che potete far ricrescere dagli scarti. Si, è possibile, guarda QUI quanto può crescere un porro nel giro di cinque giorni. E così è possibile, in sola acqua, far ricrescere: porri, cipollotti, finocchio, erba cipollina sono semplicissimi da “coltivare”. Immergete l’estremità in un barattolo e posizionatela in un luogo soleggiato con un po’ d’acqua. Nel giro di pochi giorni la parte verde della pianta ricomincerà a germogliare. La radice deve rimanere sempre in acqua (cambiata ogni tanto per pietà).

Sedano, cavolo e lattuga possono essere ricoltivati in acqua e terra. Mettere la base della radice in una ciotola poco profonda con acqua in quantità sufficiente a comprirne la parte bianca ma non l’estremità superiore. Lasciare in un posto ben soleggiato, e in una settimana saranno pronti ad essere trapiantati in terra.

In terra, invece, possiamo facilmente far ricrescere: zenzero, basilico (basta lasciare un rametto in acqua finché farà le radici), cipolla, aglio. Basterà far fare le radici, o lasciar germogliare, e poi piantare in terra. L’unico che non ama la luce del sole è lo zenzero.

QUI ci sono una serie di infografiche carinissime che spiegano il ciclo di crescita delle varie verdure.

Per qualsiasi altra domanda, a sto giro vi lascio la mia mail: rockme@hotmail.it
Sono scappata dalla tecnologia, sono in pausa da fb, ma mi trovate ancora su instagram,
potete seguirmi su @bojjoe

A martedì prossimo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*