A PALAZZO ZABARELLA DAL 6 SETTEMBRE AL 14 DICEMBRE 2014

L’antologica più completa mai dedicata al pittore livornese presenterà oltre 100 dipinti, in grado di ripercorrere la sua vicenda artistica, attraverso i suoi più noti capolavori, e a numerose opere inedite.
Dopo il successo della mostra dedicata a Giuseppe De Nittis, Fondazione Bano, in collaborazione con il Comune di Padova e la Regione Veneto, prosegue il suo progetto decennale sulla pittura dell’Ottocento italiano, con un’iniziativa che analizza l’universo creativo di uno dei protagonisti della cultura figurativa italiana fra Otto e Novecento. Dal 6 settembre al 14 dicembre 2014, Palazzo Zabarella di Padova ospiterà la più completa antologica mai dedicata a Vittorio Corcos (Livorno 1859 – Firenze 1933). L’esposizione, curata da Ilaria Taddei, Fernando Mazzocca e Carlo Sisi, presenterà oltre 100 dipinti, in grado di ripercorrere la vicenda del pittore livornese, attraverso un considerevole nucleo di capolavori, affiancati a numerose opere inedite, provenienti dai maggiori musei e dalle più importanti collezioni pubbliche e private, che attesteranno la crescente fortuna critica dell’artista, documentata anche dalla frequente esibizione di suoi dipinti in recenti iniziative nazionali.

Sogni dorati e sottile inquietudine, la Belle Epoque rivive nei capolavori di Vittorio Corcos, il pittore livornese tra i protagonisti dell’arte italiana a cavallo tra ‘800 e ‘900, allestiti dal 6 settembre al 14 dicembre a Padova, negli spazi di Palazzo Zabarella. Nella mostra ‘Corcos. I sogni della Belle Époque’ sono esposte oltre 100 opere, dai celebrati ritratti mondani alle scene di vita parigina fino al ritorno alla natura e al plein air durante i soggiorni di Castiglioncello.

Via San Francesco, 27, 35121 Padova
049 875 3100

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*