Posteshop



 

Continua fino al 26 giugno la mostra L’arte ci prende per mano. Cento opere 1942-2011, dedicata all’artista sarda a quasi un anno dalla sua scomparsa, avvenuta nell’aprile del 2013.
Per Maria Lai l’opera d’arte è strettamente legata a chi la guarda, il ruolo dell’artista è di “essere un realista che usa i suoi sogni per costruire forme concrete” e per comunicare in un linguaggio universale, aperto a tutti. È così che nascono i libri cuciti, l’ago della macchina da cucire disegna sulla stoffa scritture immaginarie, ricama velluto e cotone a comporre narrazioni colorate per tentare di spiegare l’arte e il mondo.
In una delle tante mostre dedicate ai suoi libri, Maria Lai li appoggiò insieme su un tavolo sotto vetro, senza data e nome dell’autore, chiamandoli tutti Babele, come la torre, per dare l’idea di una grande opera collettiva, che andasse oltre la vita dell’artista. Quando si sfogliano il Libro scalpo, il Libro delle Formiche rosse e il Libro di Maria Pietra, i fili ingarbugliano le pagine e le pagine non si aprono mai del tutto, ma pare che racchiudano segreti, tanto che i fili che da esse escono sembrano vogliano suggerire di proseguire la narrazione, di continuare a rammendare l’ansia d’infinito dell’uomo.

 1 marzo – 26 giugno 2014

 

MUSMA (Museo della Scultura Contemporanea. Matera)
Palazzo Pomarici – Via San Giacomo (Sasso Caveoso)
Tel. 366 9357768
Email: info@musma.it
Sito internet: www.musma.it
Facebook: MUSMA Museo della Scultura Contemporanea. Matera

Informazioni:
Biglietto: visita alla mostra temporanea e alle collezioni: € 5.00 (intero) € 3,50 (ridotto)
Apertura: dal martedì alla domenica ore 10 -14 
Giorno di chiusura: lunedì (eccetto festivi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*