Un uomo è fatto anche dei libri che legge e conoscere quei libri ci dice tante cose di quell’uomo.

Il Corriere della Sera offre l’opportunità di conoscere Papa Francesco attraverso i libri che ama e propone da giovedì 8 maggio in edicola una straordinaria collana letteraria composta da 20 volumi: “La biblioteca di Papa Francesco”.

 “La Biblioteca di Papa Francesco” ci fa conoscere il rapporto con la lettura e la cultura di Papa Bergoglio.

Tutte le informazioni e gli approfondimenti li trovi su: http://goo.gl/Yu3fzz

I libri scelti, in alcuni casi stupiscono e rivelano gusti indipendenti dal ruolo istituzionale, come Memorie dal sottosuolo di Fëdor Dostoevskij e Cento poesie di Nino Costa.

Il primo volume,  in edicola a partire dall’8 Maggio 2014 al prezzo di € 10,90 (anche in E-Book a partire da 4,99 € nei migliori store digitali e nell’App per l’IPad “Biblioteca del Corriere”), è  “Tardi ti ho amato”di Ethel Mannin con prefazione di Jorge Milia, poeta, scrittore e giornalista che fu alunno del tempo in cui Bergoglio insegnava al Liceo nel Collegio dell’Immacolata Concezione, a Santa Fe in Argentina.

“Tardi ti ho amato”di Ethel Mannin è un testo mai tradotto in italiano come la prima uscita Tardi ti ho amato, della scrittrice britannica Ethel Mannin che Corriere della Sera ha ritradotto appositamente per l’iniziativa.

La seconda uscita (15 Maggio) “Il padrone del mondo” di Robert Hugh Benson con prefazione di José Hernán Cibils, il 22 Maggio invece in edicola “Memorie del sottosuolo” di Fëdor Dostoevskij con prefazione a cura di Jorge Milia.

Non resta che augurarvi buone letture!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*