Renato Guttuso, Enrico Baj Gregorio Sciltian, Emilio Vedova, Graham Sutherland, David Alfaro Siqueiros, Aligi Sassu, Giuseppe Migneco, Remo Brindisi, Domenico Cantatore, Gianni Dova, Salvatore Fiume, Emilio Greco, Carlo  Levi, Luciano Minguzzi, Ennio Morlotti: sono solo alcuni protagonisti dell’intenso percorso espositivo “Bon à tirer” allestito negli spazi della Biblioteca Provinciale di Lecce su iniziativa dell’assessorato alla cultura e dell’Istituto di culture mediterranee in collaborazione con AXA. Aziende per l’ambiente.
Le opere – tecniche miste su carta, ma soprattutto litografie ritoccate a mano – sono state realizzate da grandi maestri del Novecento italiano (oppure danomi stranieri amanti dell’Italia) nella celebre stamperia milanese di Sir Teodorani.
Perché “bon à tirer”? Nel gergo artistico con questa espressione s’individua la prova finale firmata dall’artista che dà il via alla stampa dell’intera
tiratura grafica.

Perciò non sono semplici multipli, ma opere fondamentali per comprendere l’approccio tecnico e concettuale di un artista rispetto a un tema
o a un soggetto specifico. Tra l’altro la maggior parte delle opere sono accompagnate da appunti manoscritti, indicazioni tracciate dall’artista con matite o pastelli e destinate allo stampatore, oppure dediche amicali a Enrico Muscetra, scultore e pittore salentino compagno di strada di tutti loro, frequentati nei lunghi e intensi anni milanesi.

Prenotazioni visite per gruppi (consigliato): telefono 0832.68.35.44 /
347.37.82.163 / email staff.incima@gmail.com.
Lecce (Lecce)
Biblioteca provinciale “Nicola Bernardini” (ex Convitto Palmieri)
ore 19:00
ingresso con prenotazione
Info. 0832.68.35.44

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*