Un gruppo studenti della Accademia di Belle Arti, guidato da Giovanni Panutsos, ha promosso la visione e la lettura sull’opera del regista  e  sceneggiatore  danese Carl Theodor Dreyer (Copenaghen, 3 febbraio 1889 – 20 marzo 1968). Tutor e consulente scientifico è Vito Attolini, che terrà una conferenza introduttiva Lunedì 22 alle ore 17:00. Seguiranno i suoi primi due film, con al termine un piccolo buffet a base di primi piatti (polpette alla birra e salsa) e bevande danesi. Oltre ai film saranno a disposizione testi e fonti di rara reperibilità, come riviste o libri fuori catalogo.

  • Il programma (sempre con inizio alle ore 17:00, tranne il giorno 31) prevede:
  • Lunedì 22 Presidenten (1919) – La vedova del pastore (Prästänkan, 1920);
  • Martedì 23 Pagine dal libro di Satana (Blade af Satans bog) (1921);
  • Mercoledì 24 C’era una volta (Der Var Engang) (1922) – Desiderio del cuore (Mikaël) (1924);
  • Giovedì 25 Il padrone di casa (Du skal ære din hustru, noto come L’angelo del focolare, 1925);
  • Venerdì 26 La passione di Giovanna d’Arco (La Passion de Jeanne d’Arc) (1928);
  • Lunedì 29 Vampyr – Il vampiro (Vampyr – Der Traum des Allan Grey) (1932);
  • Martedì 30 Dies Irae (Vredens Dag, 1943);
  • Mercoledì 31 (ore 21:00) Cortometraggi;
  • Giovedì 1 agosto Ordet (1955);
  • Venerdì 2 agosto: Gertrud (1964).

Si tratta anche di riabilitare il Maestro dalla fama “oscura” trasmessa sul suo conto dal Secondo Tragico Fantozzi che cita Dies Irae come una terrificante visione (non è vero che dura sei ore, bensì 97 minuti). Chiunque voglia partecipare (anche alla preparazione del buffet danese), contatti il tel. 3404242679 o la mail:  giambellino3@gmail.com

Via Zanardelli, 34 Bari (BA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*