Rose – Rosa Mussin, esce lo scorso maggio con il suo primo disco da solista dal titolo Moving Spheres per Toks Records e Music Force. Ottimo esordio dopo una gavetta di tutto rispetto che la vede già  vincitrice nel 2016 del BlackMusic Blues Contest di Pordenone. Veneta di origine in giovane età si avvicina a strumenti come il piano e il clarinetto ma è la sua voce calda dalle sfumature black che la porta, dapprima come corista ed oggi, insieme a musicisti come Alessio Benedetti (drums), Alessio Zoratto (Bass), Matteo Pinna (guitar), Alessandro Scolz (piano and keyboards) e Mario Castelletto (percussion) ad incidere un disco straordinario dagli ottimi arrangiamenti che non deluderà chi non vuole ritrovarsi dinanzi alla solita produzione di genere. Voce matura, timbrica calda ed avvolgente, influenzata dalla musica afroamericana, accompagna attraverso sonorità che spazio dal soul al blues, dall’ hip hop all’R&B fino al quasi gospel di “Ups&Down”. Sebbene vada collocato in ambito Jazz, Rose, la sua musica e la sua anima, che si manifesta ad ogni traccia, non sono ascrivibili ad un solo genere musicale. Il Jazz come sappiamo, sebbene sia per gli estimatori portatore di verità assolute, ha dei confini tecnici. A noi sembra proprio che Rose gli abbia superati.

Ci è piaciuto molto. Buon ascolto!

Tracklist:

1-Relation

2-Moving Spheres

3-Same Things

4-Amused

5-Stupid

6-Ups&Down

Rose

Rose – Moving Spheres (Full Album) – YouTube

COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizza, anche cookie di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookie Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi