2006AA4355_andre_kertesz

André Kertész, 180 opere provenienti dal Jeu de Paume di Parigi e 14 rare pubblicazioni dell’epoca in prestito da una collezione privata italiana, per una retrospettiva curata da Denis Curti al Palazzo Ducale di Genova fino al 17 Giugno.

Guidato principalmente dall’intuito, la strada è stata il soggetto principale e più stimolante. Con una ICA acquistata dopo il diploma all’Accademia commerciale di Budapest, realizza la sua prima immagine: Ragazzo dormiente.

gallery-1516044273-jeune-homme-endormi-budapest-1912

“Kertész è il fratello che vede per noi” suggerirà Paul Dermée, teorico dadaista, in una poesia che introduceva il catalogo della prima mostra del 1927.

Herni Cartier-Bresson dirà dopo: “Tutto quello che abbiamo fatto, Kertész l’ha fatto prima.”

Ungherese di nascita, parigino di formazione come molti talenti dell’epoca, decide di seguire le nuove tendenze artistiche statunitensi. Quella che doveva essere temporanea, diverrà una scelta definitiva nonostante i suoi lavori non fossero ancora in linea con i target delle grandi testate.

Life rifiuterà le sue immagini perché “dicevano troppo”.

“Fotografo il quotidiano della vita, quello che poteva sembrar banale prima di avergli donato nuova vita, grazie ad uno sguardo nuovo. Amo scattare quel che merita di essere fotografato, il mondo quindi, anche nei suoi squarci di umile monotonia. Sono nato chiuso, ma un chiuso aperto alla strada, ed ho cercato la felicità nel silenzio di un istante. Batteva intanto il cuore al tempo di un click. Ho cercato gli occhi innocenti, di cui ogni sguardo sembra il primo, le menzogne dietro la superbia ed i sorrisi fatui, fantasmi seduti al sole su delle vecchie sedie. Senza trucchi ho cercato di vedere, ho cercato di capire. Ho cercato di vedere, e quando ho capito, ho lasciato gli occhiali su un tavolo insieme alla pipa.” (M.Thompson Nati, Around, 2015. Around André Kertész).

 

1280px-Photographers_Robert_Doisneau_(left)_and_André_Kertész_in_1975_a  c795455974812d05eac2c664a8167f9e--andre-kertesz-black-white-photography  scan_7_web

pipa e occhiali di mondrian  Andre-Kertesz-autoritratto  andré-kertész-the-puppy

Sottoporticato
Palazzo Ducale
piazza Matteotti, 9
16123 Genova

Orari:
da martedì a domenica 11-19
chiuso il lunedì

http://www.palazzoducale.genova.it/andre-kertesz/

 

 

COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizza, anche cookie di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookie Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi