Sono stato al Museo di Roma in Trastevere a vedere la mostra “Vivian Maier. Una fotografa ritrovata“. E’ stata un’emozione, un’occasione unica per conoscerne la vita e l’opera di un’artista che  sta avendo un grande riconoscimento. Nei suoi scatti c’è un’improvvisazione meditata, niente è lasciato al caso, il suo sguardo è curioso ed è attratto dai piccoli dettagli e, sono proprio quelli che fanno la differenza. Le sue immagini sono sempre in movimento e l’azione ripresa sembra non finire mai. I bambini, gli anziani, la vita che scorre e la strada, sono gli attori principali delle sue immagini;  potenti, belle, che rivelano la sua grandezza e sensibilità.

Mi sono permesso di riprendere alcune immagini, non fotocopiate, sono entrato nei particolari, riprendere l’azione il dettaglio ed il contesto che mi circondava.

Testo e foto di Ludovico Bellacosa

DSC_3805 DSC_3806 DSC_3807 DSC_3808 DSC_3814 DSC_3817 DSC_3818 DSC_3819

Questo slideshow richiede JavaScript.

COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Utilizza, anche cookie di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookie Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi