S’aggrappa

come la vita ai muri
in rami screpolati,
come melodia di canzone
che nulla chiede

il sorriso
gratuito
a lungo scrutato
fra elettronici chilometri

e anche oggi
che, rubìno, si spiega
nella brevità
di questa distanza
posso solo sfiorarlo.

Ma è nel contatto
sfuggente
che l’energia fluisce.
Lo sapeva
anche il Maestro

Licenza Creative Commons
Quest’opera di Manlio Ranieri è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.colorivivacimagazine.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso maulis@libero.it.

Un romanzo inutile

Total
2
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*